23
Gen

Guida Bitcoin

Guida Bitcoin : cosa sono, come funzionano, come e dove comprarli e come fare per guadagnare.

Benvenuto nella nostra Guida Bitcoin, la pagina in costante aggiornamento dedicata a quella che, nel momento in cui scriviamo è senza ombra di dubbio la criptomoneta che ha senza mezzi termini stravolto il mercato, dando il via ad una vera e propria rivoluzione. In questa pagina troverai quindi tutto quello che c’è da sapere sui Bitcoin in genearle, come comprarli, quali vantaggi offrono, quali strumenti sono necessari ma soprattutto come massimizzare i guadagni ed evitare le truffe.

Cosa sono i Bitcoin ?

Bitcoin è stata la prima moneta elettronica ad essere introdotta nella rete approssimativamente dall’anno 2008, inizialmente inutile negarlo, come “moneta di protesta” contro le grandi banche mondiali, accusate da più lati di truffare i propri clienti facendo volatilizzare ingenti somme di denaro. Si è quindi creato pian piano questo sistema alternativo e decentralizzato che dà la possibilità di possedere e scambiare valori, caratterizzato dalla mancanza di alcun ente di controllo e/o organismo centrale. Ad onor del vero tutta questa libertà si è rivelata un’arma a doppio taglio dato che proprio la mancanza di organismi ben definiti ed individuabili ha creato una certa diffidenza nel pubblico che solo il tempo sta piano piano erodendo.

Essendo una vera e propria moneta, i Bitcoin sono conservati in conti, che non sono fisici nel senso di gestiti da una banca, ma pur funzionando in egual maniera si trovano sul siti internet o portali specializzati che si occupano della gestione del servizio. Proprio come tutte le monete del mondo, anche i Bitcoin hanno un proprio tasso di cambio ed i propri indici, con l’unica differenza che è un tipo di moneta che non possiamo toccare con mano in quanto non si rappresenta tramite banconote fisiche o titoli di credito come le altre valute.

In Italia le criptomonete in generale ed i Bitcoin nello specifico solo di recente hanno iniziato ad attirare l’attenzione della gente ed i primi importanti investimenti, mentre a livello mondiale sono una realtà ormai diffusa e grazie alla quale si possono effettuare acquisti in famosi negozi o anche pagare servizi o prestazioni come ad esempio quelle sanitarie solo per citarne una tra le più importanti.

Come funzionano i Bitcoin ?

I Bitcoin sono basati sulla tecnologia peer-to-peer (p2p) che è la stessa che viene utilizzata dai più famosi programmi per lo scambio dei file come ad esempio eMule o il suo antenato Napster. Senza addentrarsi troppo in questioni tecniche, fondamentalmente tale tecnologia consente di stabilire un collegamento diretto tra due utenti, uno dei quali crea il bitcoin mentre l’altro lo acquista, sottraendo così la transazione al controllo ed all’intervento degli enti istituzionali ed alla loro cronica imposizione di tariffe, tasse e costi aggiuntivi in genere.

A questo rapporto diretto, che possiamo definire come “patto di fiducia” tra utenti, si vanno ad aggiungere i cosiddetti “exchange di bitcoin”, ovvero piattaforme che consentono il cambio tra valute tradizionali e bitcoin, agevolando gli investimenti e l’accesso al mercato.

A garantire sicurezza e trasparenza di queste operazioni poi, è posta la piattaforma tecnologica sulla quale queste avvengono : la cosiddetta Blockchain. Spesso erroneamente identificata con i Bitcoin, trattasi invece di una tecnologia rivoluzionaria di internet a raggio molto più ampio che tra le sue molteplici applicazioni ha anche la creazione e gestione delle transazioni in criptovalute. Si tratta di un database strutturato in “nodi”, ovvero in piccoli blocchi (block) collegati tra loro (chain). Questa interconnessione determina che affinchè la transazione vada a buon fine, ogni blocco di questa catena debba sempre controllare e validare tutti gli altri.

In questo modo possiamo concludere che ogni transazione avente ad oggetto i Bitcoin viene autorizzata dalla rete stessa in un ciclo continuo. A questa forma di controllo deve poi aggiungersi l’uso di strumenti di crittografia che va ulteriormente a garantire la massima sicurezza delle operazioni. Infine va specificato che i blocchi sono immodificabili una volta che il controllo è andato a buon fine, il che permette trasparenza e tracciabilità dei movimenti.

Quali sono le caratteristiche dei Bitcoin ?

Decentralizzazione
E’ la caratteristica principale e fondamentale del Bitcoin ed il motivo fondante del suo successo. Con tale termine indichiamo il fatto di poter fare affari in tutto il mondo senza l’interferenza di alcuna istituzione di controllo e senza costi aggiuntivi.

Trasparenza
Come già illustrato precedentemente, grazie al Blockchain è possibile verificare qualsiasi operazione avente ad oggetto Bitcoin data la loro immodificabilità nel tempo.

Anonimato
Transazioni e conti non sono connessi alla nostra identità nel mondo reale, dato che il riferimento principale è l’indirizzo sul quale avvengono le operazioni.

Velocità
Intesa come assoluta mancanza di “tempi tecnici” per lo svolgimento delle transazioni come spesso e volentieri avviene nelle banche tradizionali.

Globalità e libertà
Posso inviare e ricevere moneta virtuale a prescindere da dove mi trovi fisicamente e senza la necessità di autorizzazioni o placet da nessuno.

Sicurezza
I nostri fondi in Bitcoin sono custoditi e protetti da un sistema crittografico accessibile solo al proprietario tramite le apposite chiavi. E’ come avere la più sicura e costosa cassaforte al mondo dentro al nostro pc.

Mining Bitcoin : cos’è ?

Il mining non è altro che l’aggiunta di un nuovo blocco alla catena che vi abbiamo descritto prima per spiegarvi la tecnologia Blockchain. Diciamo che questa è modo per guadagnare con i Bitcoin che non è alla portata di tutti, anche se sono sempre di più le persone che tentano la fortuna con il mining (il termine prende chiaramente spunto dall’attività dei minatori alla ricerca di pietre e materiali preziosi), con la conseguenza che ovviamente la redditività di tale operazione tende sempre più a ridursi.

Grazie a tale attività, è possibile creare Bitcoin ed immetterli nella catena, ovviamente ottenendo un certo guadagno. Per fare ciò però è necessario far eseguire dei complessi calcoli matematici al processore del pc o della scheda grafica, ed ovviamente più passa il tempo, più questa attività è resa complessa. Creare criptovalute richiede quindi un’elevata potenza di calcolo e di conseguenza un alto dispendio energetico, ciò che rende in conclusione il mining spesso infruttuoso per i singoli operatori. (basti pensare che secondo alcune stime, l’elettricità complessiva utilizzata annualmente per produrre Bitcoin supera i 32 terawatt, quando un paese come l’Irlanda ne consuma 25 l’anno).

Una valida alternativa al “mining fai da te” è rappresentata da alcune aziende che sono nate appositamente a tale scopo e che mettono a disposizione potenti server e apparecchiature offrendo un servizio di mining in cloud.

Proteggere i miei Bitcoin : Consigli Utili

Come già più volte ribadito, di per sè la tecnologia sottostante ai bitcoin è garanzia di sicurezza. Tuttavia tenendo conto che specie in campo informatico lo sviluppo di nuove tecniche corre a volte più veloce del nostro stesso pensiero, è utile adottare alcuni accorgimenti per proteggere le nostre monete.

– Dividiamo il nostro portafoglio tra “bitcoin di consumo”, ovvero una somma da tenere sempre a portata di mano nel wallet su pc o cellulare e da poter utilizzare quotidianamente e con la massima celerità per le esigenze immediate, e “cassa”, ovvero la parte più rilevante dei nostri averi. Tale quantità, proprio come facciamo col denaro reale, è bene conservarla in un luogo più sicuro.

– In caso di software installato su pc o qualsiasi dispositivo, è fondamentale tenerlo sempre puntualmente aggiornato.

– E’ bene tenere parte dei bitcoin su un portafoglio offline e non connesso alla rete.

– Contro sviluppati software di keylogging i banali accorgimenti lasciano il tempo che trovano, però possiamo sempre rendere la vita difficile ai malintenzionati con una password complessa e facendo regolarmente un backup del nostro wallet, magari criptandolo.

– Utilizzare specie per le transazioni di un certo valore la funzione multi-firma, in modo che prima che la transazione diventi definitiva saranno necessarie più approvazioni indipendenti l’una dall’altra.

Acquistare Bitcoin : come fare ?

Se non vogliamo o non possiamo “minare bitcoin” il metodo più semplice per entrare in possesso di moneta virtuale è ovviamente quello di acquistarla. Fondamentalmente possiamo acquistare bitcoin per un duplice scopo, proprio come accade del resto con le valute fisiche : effettuare acquisti e/o pagamenti oppure come forma di investimento.

Per quanto riguarda la prima opzione bisogna essere onesti nel dire che al momento l’Italia è un po’ indietro rispetto a tanti altri paesi per quanto riguarda l’accettare il bitcoin come metodo di pagamento. Tuttavia ciò non toglie che ci siano già alcuni settori aperti alla nuova moneta così come che la stessa sia utilizzabile su piattaforme estere per fare acquisti.

Grazie al supporto di siti come Coinmap e QuiBitcoin, possiamo individuare attività che accettano pagamento in criptomonete.

Molto più diffusa invece è la scelta di investire in bitcoin al fine di trarne un guadagno, generalmente a breve termine. Non dobbiamo far altro che acquistare bitcoin e poi decidere se conservarli nel nostro wallet (portafoglio) per poterli rivendere in futuro e sperando nella continua crescita esponenziale oppure proprio come le azioni in borsa effettuare operazioni di trading, magari usufruendo di apposite applicazioni a ciò dedicate.

Migliori siti per acquistare Bitcoin

COINBASE

Grazie a Coinbase possiamo creare il nostro portafoglio connettendolo direttamente al nostro conto corrente e/o alla nostra carta di credito in modo da poter scambiare immediatamente valute reali con monete virtuali. Al momento è la piattaforma più famosa e apprezzata per la compravendita di Bitcoin.

Bonus Coinbase : all’atto di registrazione e creazione del profilo è previsto un bonus di 5 dollari.

BITBOAT

Portale che in Italia sta riscuotendo un notevole successo ed è al momento il più diffuso sul nostro territorio. Ha come grande pregio quello di consentire la compravendita di Bitcoin utilizzando come metodi di pagamento anche Paypal e Postepay, in modo da agevolare al massimo qualsiasi acquirente.

POSTEBIT

La particolarità di questa piattaforma è che è possibile acquistare moneta virtuale pur senza registrarsi al portale, anche utilizzando per il pagamento un conto Postepay. Una volta comunicato a Postebit il nostro indirizzo, la moneta verrà trasferita con la massima velocità e sicurezza. Grazie alle funzionalità integrate, sarà inoltre possibile ricevere indicazioni sull’andamento del mercato e monitorare le transazioni, al fine di agevolare eventuali investimenti.

Anche in questo caso stiamo parlando di un sito italiano.

Pur essendo quella che al momento riscuote il maggiore successo, Bitcoin non è l’unica criptomoneta disponibile sul mercato e non è assolutamente la sola ad avere grosse potenzialità. Ti consigliamo quindi di seguire i nostri approfondimenti sulle altre monete virtuali che potrai trovare sul nostro sito.

Share this

Leave a Comment